Web è meglio

by Giuseppe Lanzi on 1 ottobre 2010

È un po’ di tempo che mi chiedo se il mio prossimo cellulare sarà un iPhone o un dispositivo con Android a bordo. Da un lato i dispositivi della mela sono molto belli, ma dall’altro sento un sacco di gente parlare del fatto che Android è un sistema aperto.

“non sei mica costretto a mettere l’applicazione sull’app store per installarla”

Qualche giorno fa Luca mi ha suggerito un articolo interessante, che sottolinea i problemi dell’apertura del piccolo e amato robot verde. Contrariamente al caso apple la catena di distribuzione del dispositivo ha la facoltà di effettuare modifiche, e la esercita. L’articolo cita casi un cui è risultato impossibile aggiornare l’OS sul proprio dispositivo, installare applicativi senza andare sullo store dei distributore, installare un determinato applicativo (skype) su un dispositivo non Verizon.

Ma anche nel sistema di Cupertino bisogna stare attenti, altrimenti si sente dire “c’è quell’applicazione lì ma su iPad non funziona bene”.

In un panorama del genere per rendere fruibile un’applicazione in tutti i dispositivi citati bisognerebbe implementarne versioni diverse.

Da questo punto di vista le applicazioni web create con In.de risolveranno un bel po’ di problemi, perché funzioneranno allo stesso modo su tutti i dispositivi mobili supportati. Alcuni mi hanno detto “ma le applicazioni web non hanno le notifiche”, adesso non è ancora possibile ma guardate questa pagina con chrome e immaginatevi cosa potrebbe succedere tra poco tempo.

E un’applicazione web non deve essere reinstallata sul client per essere aggiornata.

{ 1 comment… read it below or add one }

1 Marco 1 ottobre 2010 alle 15:42

Non ci sono dubbi sul fatto che avere una gestione centralizzata di un’applicazione, come avviene per le applicazioni web, non ha paragone rispetto ad avere applicazioni client. E’ vero anche però che, dal punto di vista della programmazione e della resa finale dell’interfaccia utente, nel modello web non si hanno proprio tutte le possibilità del modello client. Le difficoltà che ancora si riscontrano sviluppando applicazioni web è dovuta al fatto che il browser non è ancora uno strumento veramente standardizzato e pensato per gestire applicazioni, lo sta diventando. Programmando in inde questo problema viene gestito in modo trasparente dal framework ma ci si scontra ancora con le incompatibilità tra i browser o tra versioni diverse degli stessi o magari con funzionalità non implementate dai browser. D’altro canto non possiamo neanche pretendere che di colpo tutti abbiano l’utima versione del browser quindi penso che ci sia ancora della strada da fare.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: