Tutti i codici di Caravel

by Matteo Sirri on 19 febbraio 2013

Continuano gli articoli di presentazione delle nuove feature della versione 12.0 di Instant Developer, ora disponibile in versione alfa. Questa volta partiamo da una feature che ci è stata proposta sul forum, dove avete espresso un grande interesse riguardo all’integrazione della lettura di barcode e QR code nella shell nativa.

Teniamo sempre in grande considerazione i suggerimenti e le richieste di chi usa Instant Developer, proprio per questo ho avuto il piacere di occuparmi personalmente dell’implementazione della funzionalità per questa release.

Si aprono scenari interessanti per lo sviluppo di applicazioni in grado di acquisire informazioni da fonti visive, senza la necessità di applicazioni esterne. Ad esempio una gestione di magazzino con i barcode sugli scaffali e sulle scatole, o il riconoscimento del cliente a partire da un QR code stampato su un foglio. Le possibili applicazioni di questa tecnologia sono le più diverse.

Questa funzionalità è stata inclusa anche in Caravel. Provate ad aprirla e a mostrare la toolbar cliccando sul bottone con la freccia in giù, troverete un nuovo pulsante con un QR code come icona. Se lo cliccate potrete scansionare il QR code nell’immagine sopra e l’app di esempio ImageCatalog si installerà senza fare altro. È una feature interessante anche per installare facilmente l’applicazione nel dispositivo durante lo sviluppo.

Ma i miglioramenti della shell nativa non si limitano a barcode e QR code, abbiamo implementato anche un’altra funzionalità interessante: ora è possibile interagire col rullino fotografico leggendo o scrivendo immagini nel dispositivo.

Per provare la lettura dei codici è necessario aggiornare Caravel alla versione 2.0 e usare la versione alfa di Instant Developer. Colgo l’occasione per ricordare che per ottenere la versione alfa è necessario impostare “Rilascio + aggiornamenti + beta + alfa” nella proprietà Livello di aggiornamento nelle opzioni.

{ 1 comment… read it below or add one }

1 Riccardo Bianco 21 febbraio 2013 alle 08:51

mi pare stia avendo un certo successo =)

Leave a Comment

Previous post:

Next post: