Test al buio tra Bing e Google

by Giuseppe Lanzi on 7 settembre 2012

Sono giorni importanti per Bing, il motore di ricerca di Microsoft, o quantomeno per Mike Nichols, vice presidente e direttore marketing di Bing. È infatti stata avviata una campagna interessante come non se ne vedevano da qualche tempo: Bing it on.

Il fatto curioso è che, invece di pubblicizzare l’esistenza di Bing e dei suoi servizi di ricerca, siamo stati tutti inviati ad un test al buio per decidere quale sia il motore di ricerca più efficiente tra Bing e Google. Partecipare è semplicissimo, basta fare cinque ricerche consecutive ed indicare se i risultati migliori stanno a sinistra o a destra.

Applicare la gamification al marketing è una mossa di sicuro effetto, ma per il servizio di bigM è una scommessa molto forte perché rischia di rafforzare ulteriormente il brand di Google. D’altra parte ammetto che i risultati che ho avuto io sono stati molto interessanti.

In bocca al lupo, Bing!

{ 6 comments… read them below or add one }

1 Giuseppe 7 settembre 2012 alle 18:34

Bella idea, peccato (per MS) che a me il risultato del test è stato Google 4 – Bing 1. Forse non è proprio il risultato di marketing atteso da chi ha promosso l’iniziativa …

Comunque provate, è divertente

2 Giuseppe Cassanelli 7 settembre 2012 alle 19:24

Ho provato anch’io: 4 a 1 per GOOGLE.

3 Andrea Maioli 8 settembre 2012 alle 05:42

Incredibile: anche il mio risultato è 4 a 1 per G.

4 Mauro Marini 8 settembre 2012 alle 10:15

Al link sopra indicato ora appare solo la pagina di Bing.
Che si siano già pentiti?

5 Giuseppe Cassanelli 8 settembre 2012 alle 14:08

Mi sa proprio di sì, probabilmente tra qualche giorno uscirà una versione “ritoccata” del test che “casualmente” darà risultati diversi e più favorevoli a Bing…. scommettiamo un caffè ?

6 Riccardo Bianco 9 settembre 2012 alle 10:12

=)

Leave a Comment

Previous post:

Next post: