SWIFT, oltre che rapido anche open

by Diego Pierangeli on 12 giugno 2015

Sono passati ormai 4 giorni dalla WWDC Apple e come tutti gli anni ci ha riservato qualche sorpresa. La cosa che più mi ha colpito però non è stata iOS9, Siri o El Capitan ma l’annuncio fatto da Craig Federighi del rilascio open source di Swift 2.0.

Questo è interessante  non solo per i risvolti che potrà avere sull’utilizzo di questo linguaggio ma anche perchè lo stesso annuncio era stato fatto da Microsoft lo scorso novembre, rendendo open source .Net e Visual Studio. In entrambi i casi delle aziende che sono considerate l’emblema del paradigma proprietario ci hanno stupito abbracciando la filosofia Open Source.

A Novembre avevamo commentato la notizia dicendo che “l’importanza dell’Open Source è decisamente diversa rispetto al passato e che sarà sempre più grande” e queste ultime notizie sembrano proprio esserne la conferma.

Siete d’accordo?

 

Leave a Comment

Previous post:

Next post: