Solutions: l’app dalle uova d’oro per Gemoro

by Matteo Morini on 30 aprile 2015

Non vedevo l’ora che arrivasse il momento di presentarvi la nuova storia di successo che abbiamo preparato. Questa volta è il turno di Aurum PocketOffice, la suite 100% mobile per la tentata vendita sviluppata da Systech.

Quasi ogni giorno mi capita di parlare con aziende interessate ad espandere la loro offerta software anche su mobile. La maggior parte ha già in mente tutti i dettagli del progetto, ma quando è ora di pianificare lo sviluppo, diversi di questi progetti mobile vengono rimandati a data da definirsi. Spesso la motivazione è: “Sono pochi i clienti che ci chiedono queste soluzioni, un investimento di questo tipo non ci porterebbe vantaggi economici, ma soltanto di immagine”.

Intervistando lo staff di Systech ho ricevuto una risposta diversa: vi sono sempre più settori in cui la scelta di utilizzare applicativi mobile porta consistenti vantaggi operativi. La storia di Gemoro, il protagonista del Solution Showcase, parla da sé: passando dall’uso di un PC portatile a PocketOffice, gli agenti commerciali hanno aumentato la propria produttività del 40%!

Chiaramente lo sviluppo di applicazioni deve essere conveniente non solo per il cliente ma anche per la società software. Per questo motivo è di fondamentale importanza scegliere se sviluppare l’app in linguaggio nativo, che a fronte di un maggior investimento di tempo garantisce migliori performance delle proprie applicazioni, o in linguaggio ibrido, il quale invece permette l’utilizzo dell’ app su qualsiasi dispositivo delle applicazioni sviluppate. Oggi per molte app di business i vantaggi forniti dallo sviluppo di applicazioni ibride sono maggiori, non a caso infatti le ultime stime di Gartner confermano che oltre l’80% delle applicazioni di business sono sviluppate in questo modo.

Tutto questo ci conferma che vi sono sempre più ambiti in cui l’approccio mobile aggiunge valore, e che grazie a strumenti come Instant Developer è possibile ottenere ritorni dall’investimento molto interessanti. Come ci racconta la nostra sezione Clienti e Soluzioni, Systech non è l’unico ad averne tratto beneficio con successo. Perchè non essere i prossimi?

Buona lettura

Leave a Comment

Previous post:

Next post: