Signore e signori: i Launcher

by Giuseppe Lanzi on 11 gennaio 2017

Quest’anno voglio iniziare alla grande, con l’annuncio di una funzionalità di cui vado molto fiero. Nel post del 15 novembre sul sistema di test automatico di Instant Developer Cloud, vi avevo promesso che avremmo rilasciato nuove interessanti funzionalità. Oggi mantengo la parola presentandovi i Launcher: il modo semplice di compilare la vostra applicazione per Android e iOS.

Fino ad ora con Instant Developer Cloud era possibile sviluppare la propria applicazione nell’IDE e provarla direttamente nel proprio dispositivo grazie a InstaLauncher. Ma come fare per la pubblicazione dell’app vera e propria sullo store? Come compilarla per Android o per iOS utilizzando la shell nativa? I Launcher sono la risposta che cerchiamo.

Un Launcher è un’app ibrida, un contenitore nativo basato su Cordova con dentro una o più applicazioni javascript sviluppate con Instant Developer Cloud.

Da oggi è possibile:

  • aggiungere uno o più Launcher
  • configurarne le proprietà e le risorse (icone, splash screen, plugin, ecc…)
  • decidere quali applicazioni deve contenere
  • compilare e scaricare APK e IPA direttamente dalla console di Instant Developer Cloud
  • inviare l’app direttamente agli store

Grazie ad un server dedicato al build delle app, basta usare i bottoni Crea APK e Crea IPA per ottenere in poco tempo i pacchetti apk/ipa già pronti per la pubblicazione sullo store, oppure pubblicare direttamente nel canale beta con pochi click.

Con i Launcher non è più obbligatorio avere un PC o un Mac configurati per la compilazione con Xcode / Java: basta collegarsi alla console da un qualunque browser supportato per poter distribuire la nuova versione della propria app nel canale alpha di Google Play o di Test Flight.

Ma c’è anche di più: un Launcher è in grado di aggiornare automaticamente le proprie applicazioni senza dover sempre ripubblicarlo sugli store, basta usare la console per compilare una nuova versione dell’app e il gioco è fatto.

Vi piace?

{ 2 comments… read them below or add one }

1 Mauro Marini 11 gennaio 2017 alle 21:02

Proprio l’anello che mancava a tutta la catena di produzione. Ottimo inizio d’anno.
Resta solo da provarlo.

2 Poidomani Giovanni 13 gennaio 2017 alle 16:34

fantastico, appena ho un attimo lo provo

Leave a Comment

Previous post:

Next post: