Problemi con Blink? Ci pensiamo noi

by Giuseppe Lanzi on 11 ottobre 2013

Vi ricordate che in aprile vi ho parlato di Blink, il nuovo motore di rendering che Google ha iniziato a sviluppare per staccarsi da WebKit? Beh, è definitivamente arrivato e si è fatto sentire. È stato integrato in Chrome nella versione 29, ma solo dalla 30 (quella attuale, uscita pochi giorni fa) ha cominciato a mostrare implementazioni sensibilmente diverse dall’avversario.

Sono in molti gli sviluppatori che in giro per il mondo hanno segnalato i loro problemi con Chrome 30, il più delle volte legati alla visualizzazione degli oggetti della pagina web. A dirla tutta ha ragione Google perché sta correggendo i malfunzionamenti noti di WebKit, ma facendolo costringe molti sviluppatori a rimettere mano al codice dei loro siti web per risistemarli.  È uno degli aspetti del nostro lavoro: quando una tecnologia si aggiorna bisogna stare al passo. È successa la stessa cosa anche con iOS7 e la tastiera.

Fortunatamente se usate Instant Developer non c’è da preoccuparsi, perché è nato proprio per semplificare la vita agli sviluppatori: la versione 12.5 final, che verrà rilasciata il 21 ottobre, è già in grado di gestire sia il nuovo browser di Mountain View che il nuovo iOS7.

Potete stare tranquilli e passare un buon fine settimana :)

Leave a Comment

Previous post:

Next post: