.Net diventa Open (e multipiattaforma)

by Diego Pierangeli on 21 novembre 2014

Qualche settimana fa Andrea vi ha parlato dell’offerta di Amazon di un database gratuito e pochi giorni dopo Giuseppe ha parlato di quante scelte ha uno sviluppatore al giorno d’oggi, tante da farti venire il blocco dello sviluppatore.

Un po’ come sull’onda di queste notizie mi è capitato di leggere un articolo che mi ha colpito molto, sia perché sembrava continuare il discorso (di Andrea e Giuseppe) sia per le sue implicazioni: Microsoft ha deciso di rendere OpenSource il framework .Net5 e di creare una nuova versione di VisualStudio 2013, oltre che a rendere .Net disponibile presto anche su Mac e Linux. Un’altra soluzione di qualità nel mondo dell’open source, un’altro strumento da poter scegliere.

È una notizia molto interessante, non solo perché uno degli strumenti più “acquistati” dagli sviluppatori di tutto il mondo è completamente gratuito, ma perché sottolinea che l’importanza dell’Open Source è decisamente diversa rispetto al passato e che sarà sempre più grande.

Se pensiamo che il mondo open offra principalmente soluzioni incomplete o di difficile uso, forse è il momento di cambiare idea.

Non siete d’accordo anche voi?

 

 

{ 1 comment… read it below or add one }

1 Alberto Senni 21 novembre 2014 alle 17:38

A quando INDE su Linux ?

Leave a Comment

Previous post:

Next post: