L’invasione dei Book

by Luca Baldini on 29 aprile 2014

La versione 13.0 è uscita da qualche settimana e, come avrete sicuramente visto leggendo le note di rilascio, è una versione ricca di novità. Uno dei miglioramenti che mi ha dato più soddisfazione implementare riguarda la possibilità di modificare direttamente gli oggetti di un book mostrato in anteprima senza che sia necessario ristampare l’intero book.

I book sono componenti visuali molto potenti che permettono di mostrare i dati a video in forma libera: permettono di lavorare come se si dovesse impaginare un quotidiano. Con i book si può fare di tutto: applicazioni tipo portale, cataloghi, gantt, applicazioni tipo facebook e, perché no, giochi come la dama. Ma, dato che sono componenti molto potenti, sono anche un po’ difficili da possedere completamente.

Un nostro cliente aveva implementato una applicazione mobile offline molto bella che utilizzava un book abbastanza complesso: era costituito da più pagine, mostrava molti dati raggruppati ed era modificabile e cliccabile. Però su dispositivi un po’ datati il book non era fluido. Il problema era dovuto al fatto che se, per esempio, si doveva cambiare il colore di sfondo di una box occorreva ristampare il book.

La ristampa del book, se eseguita su un server non è un problema. Se provate l’esempio della Dama, che trovate nell’Application Gallery, potete vedere che ristampare il book quando la pedina viene mossa non è un problema: la modifica del book è istantanea. Ma se il book è complesso e viene mostrato in una applicazione offline eseguita su un iPad2 o un Galaxy Tab 2 la procedura di ristampa del book può richiedere del tempo.

Era giunto il momento di implementare una funzionalità che avevo in mente da quando abbiamo permesso la visualizzazione dei book in anteprima web, ovvero il poter modificare ogni oggetto HTML del book con una sola riga di codice senza bisogno di ristampare il book. La modifica è stata fatta e la trovate nella versione 13.0. Con una riga di codice indicate al sistema quale istanza di sezione contiene l’oggetto che volete cambiare e lo cambiate. Niente più ristampa del book.

I miei colleghi mi hanno suggerito di sviluppare un piccolo progetto di esempio per spiegare meglio la funzionalità ed io non ho resistito. In 3 ore e mezza ho sviluppato un giochino che mi ha sempre appassionato: Space Invaders. Aprite il file SpaceInvaders.idp con Instant Developer 13.0, compilate e giocate!

Quanto è importante per voi realizzare interfacce ad alta interattività?

  •    L'interattività dell'interfaccia è fondamentale nello sviluppo mobile!
  •    I report interattivi sono la cosa più importante nelle mie app.
  •    Entrambe le precedenti.
  •    Non sento il bisogno di qualcosa di più dei report tradizionali.

P.S.
So che non è completa. Manca l’astronave, gli ufo non sparano e non agitano le braccia, le basi non si sgretolano. Confido in voi per completare il mio progetto!

P.P.S.
Sì, tutta la “logica di business” del gioco è contenuta nella procedura MainTimer che conta sì e no, un centinaio di righe di codice! E’ tutto lì: si muovono gli ufo, la torretta, si calcolano i punti e si vede quando la partita finisce. Non c’è altro!

Image: www.demotivationalposters.net

{ 4 comments… read them below or add one }

1 t.simoncini 29 aprile 2014 alle 12:59

Fantastico…

2 Giuseppe Cassanelli 29 aprile 2014 alle 18:15

3 ore e mezza delle tue SONO MOOLTO PESANTI !!

Però il risultato è PRECISO !

E comunque è bello che gli ufo non sparino :-)

3 Ricccardo 5 maggio 2014 alle 09:40

Grande Luca… ne faremo un componente da inserire in ogni progetto!

4 Luca Baldini 6 maggio 2014 alle 10:21

@Riccardo Qualcosa tipo “easter egg”? :-D

Leave a Comment

Previous post:

Next post: