Java cambia, Instant Developer si allinea

by Luca Baldini on 2 agosto 2011

Il mondo dell’informatica è in costante evoluzione ed i framework diventano obsoleti sempre più in fretta. Questo spesso è un problema per chi, come me, si occupa di sviluppo software dato che obbliga il programmatore ad inseguire, adattando costantemente i propri applicativi e i propri ambienti di sviluppo. Vi dico questo perché in queste ultime settimane mi sto “facendo carico” dell’ennesimo salto in avanti di Java.

Il framework di run-time delle applicazioni sviluppate con Instant Developer è compilato con Java 1.4 e questo non è un problema poichè, per come funziona Java, l’importante è la versione della jdk installata sul server. Quindi è possibile utilizzare Instant Developer per compilare e pubblicare applicazioni su server che abbiamo qualunque framework  Java successivo alla versione 1.4 (quindi praticamente tutti).

Instant Developer è anche in grado di creare web service. Fino alla versione 10.1 utilizzavamo un framework sviluppato da Sun chiamato Java Web Service Developer Pack (JWSDP). Quando è nato il compilatore Java dentro Instant Developer quello era il framework di riferimento per i web service. Nel corso degli anni quel framework è divenuto obsoleto e ne sono arrivati tanti altri tutti differenti tra loro.

E’ ora di cambiare e affrontare il salto! A partire dalla versione 10.5 le applicazioni web prodotte con Instant Developer utilizzeranno Java 1.6 ed i web service in Java saranno sviluppati utilizzando il framework ufficiale suggerito da Oracle: Metro. Quest’ultimo, come spesso accade, è differente dal precedente: i file devono essere scritti in maniera differente, i nomi predefiniti degli oggetti SOAP non sono più gli stessi. Ma di tutto questo si farà carico Instant Developer. Se avete web service in produzione potrete installare Metro – la procedura di installazione richiede la copia di qualche JAR nelle directory di Tomcat – ricompilare e ripubblicare il web service e le eventuali applicazioni che lo utilizzano.

Indipendenza dalla tecnologia vuol dire proprio questo: cambia il framework ma non le vostre applicazioni.

Preparatevi, la versione 10.5 arriverà dopo l’estate!

{ 3 comments… read them below or add one }

1 Samuele 2 agosto 2011 alle 12:48

Era ora! :-)
Scherzi a parte, personalmente la ritengo un’ottima notizia! Noi utilizziamo Java 1.6 fin da quando abbiamo adottato Inde (circa 3 anni) e la scrittura di web service con JWSDP è a dir poco problematica, tanto che abbiamo dovuto rinunciare ad Inde per la scrittura dei web service in favore di altri framework. Questa notizia sicuramente ci apre nuovi scenari e nuove possibilità di utilizzo di Inde.

2 Stefano Borghi 2 agosto 2011 alle 13:05

Anche noi fino ad ora non abbiamo utilizzato INDE per i ws a causa dell’obsolescenza dell’ambiente di riferimento. Quindi salutiamo con soddisfazione questo passaggio, del quale si sentiva il bisogno da tempo.

3 Teo 3 agosto 2011 alle 20:30

Chissè se anche per la tecnologia Microsoft e’ previsto qualche …aggiornamento.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: