iOS6: terminali ad accesso guidato

by Giuseppe Lanzi on 15 giugno 2012

Nel Keynote di questa settimana, Tim Cook ha presentato le novità della prossima versione del sistema operativo mobile della mela: iOS 6.

Nel novero delle nuove funzionalità troviamo l’integrazione con facebook, le mappe non basate su Google,  gli streaming foto condivisi e varie migliorie. Anche se il popolo della rete non si è dimostrato particolarmente entusiasta delle promesse dell’upgrade, c’è una caratteristica molto interessante che è passata  inosservata: il guided access.

È una feature che permetterà di bloccare il dispositivo su un’unica app, anche disabilitando i tasti hardware e limitando le aree sensibili al touch. Una feature che all’utente medio probabilmente servirà a poco, ma che può avere un utilizzo molto interessante in ambito business.

Un iPad bloccato su un’applicazione di business, e magari avvolto in una robusta cover rugged, non è molto diverso da un terminale industriale. A parte il fatto che costa di meno e che funziona meglio :)

{ 6 comments… read them below or add one }

1 Giuseppe Cassanelli 15 giugno 2012 alle 22:21

Quello che dici è sacrosanto, però i terminali industriali, in un modo o nell’altro STAMPANO !!!!

2 Antonio Catapano 16 giugno 2012 alle 10:39

Certo forse il guide access è stato pensato con un’altra finalità…..Blindare un’applicazione su IPAD…sarebbe come dire che la sua facilità nell’utilizzo se na va a “farsi benedire”…. Ad ogni realtà, ambiente, processo la sua giusta soluzione. Questo è la mia semplice idea.
Grazie
PS
Per giuseppe…MA su IPAD non si può stampare tramite BT? O pensavi ad un dispositivo integrato?

3 Andrea 16 giugno 2012 alle 13:46

Giuseppe, perchè intanto non cominci a cercare un modello di stampante mobile bluetooth (no wifi) con sdk ios e android che vorresti utilizzare?

4 Giuseppe Lanzi 16 giugno 2012 alle 14:18

@antonio non immagino che l’usabilità dell’applicazione venga compromessa, a meno di non vincolare volontariamente alcune aree dello schermo touch. Ma immagino che in determinati contesti, specialmente in ambito business, sia molto utile poter avere un dispositivo che non può uscire dall’applicazione per cui è stato installato. Certo, in questo momento di applicazioni di questo tipo non se ne vedono in giro, tocca a noi realizzarle :)

5 Luigi Panniello 17 giugno 2012 alle 10:35
6 Alberto 18 giugno 2012 alle 10:12

Aggiungo che i “terminali industriali” hanno anche lettori bar-code e/o tag reader di tutto rispetto, se vuoi utilizzarli in ambito logistico, sono due “accessori” che occorre considerare.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: