Il debug, questo sconosciuto

by Luca Baldini on 4 giugno 2013

La scorsa settimana ho aiutato due amici a risolvere alcuni malfunzionamenti del loro programma sviluppato con Instant Developer. Subito dopo aver ascoltato la descrizione del problema la prima cosa che mi è venuto spontaneo fare è stato aprire la videata di debug dell’applicazione: ancora una volta, quella è stata la chiave che mi ha permesso di trovare e risolvere entrambi i problemi.

Quello del programmatore è un lavoro complesso: ci sono tanti fattori di cui tenere conto e c’è sempre qualcosa che può andare storto. Ecco perché  la mia giornata lavorativa normalmente è divisa in due parti: sviluppo e debug. Dopo aver sviluppato controllo se ciò che ho scritto funziona e, se vedo qualcosa che non va, la prima cosa che faccio è investigare il problema utilizzando i sistemi di debug messi a disposizione dall’ambiente che sto utilizzando. Se sviluppo in Javascript apro la console Javascript, se un’applicazione java non funziona analizzo il file di log di Tomcat, lo stesso faccio se sviluppo in Objective-C o programmo l’IDE di Instant Developer. A prescindere dallo strumento che utilizzo per programmare, gli strumenti di debug sono il primo riferimento quando qualcosa non va come mi aspetto. Dopo aver recuperato le informazioni ed aver cercato su Google se qualcuno ha risolto un problema simile, spesso trovo suggerimenti su come aggirare il problema.

È per questo motivo che le applicazioni prodotte con Instant Developer hanno un proprio modulo di debug integrato, che si aggiunge al classico sistema di debug step by step dell’IDE. È uno strumento molto potente che permette di analizzare tutta la storia dell’esecuzione dell’applicazione fino al livello di ogni singola riga di codice, memorizzando anche i valori storici delle variabili in contesto.

Anche Caravel ha un proprio log. Se una applicazione offline eseguita dentro Caravel non si comporta correttamente, provate ad eseguire le seguenti operazioni: prima di avviare l’applicazione avviate il log scrivendo nella barra degli indirizzi di Caravel debug.on, dopodiché quando si manifesta il problema scrivete debug.log. Troverete qualcosa di interessante.

Se utilizzate Instant Developer da poco e vedete qualcosa che non vi torna aprite la videata di debug con l’apposito bottone in alto a destra. Con il passare del tempo imparerete a leggerlo e troverete molte informazioni che vi permetteranno di risolvere in autonomia la maggior parte dei problemi. Ovviamente se non trovate la soluzione, o il motivo dell’errore non è chiaro, scrivete sul forum o contattateci in assistenza: quattro occhi sono meglio di due!

{ 2 comments… read them below or add one }

1 giovanni poidomani 5 giugno 2013 alle 18:07

io controllo il debug anche quando il programma, dopo le modifiche o le implementazioni, si comporta correttamente e a volte nel debug trovo delle sorprese.

2 Riccardo Bianco 7 giugno 2013 alle 08:29

Interessante anche per scoprire possibili “colli di bottiglia temporali”

Leave a Comment

Previous post:

Next post: