I passi del 2012

by Giovanni Foschini on 19 dicembre 2012

Siamo giunti alla fine del 2012 ed è interessante guardarsi indietro per capire quali sono stati i passi più importanti dell’anno: i punti di forza con cui affrontare al meglio quello nuovo, in barba alle previsioni catastrofiche dei Maya. :)

Innanzitutto ci siamo accorti che lo sviluppo per dispositivi Mobile è un’opportunità pronta per essere colta.  L’ho già detto diverse volte ma voglio ripeterlo ancora, perché se è vero che incontro aziende consapevoli ed interessate a questo è altrettanto vero che molti stanno ancora alla finestra. A questi ultimi rivolgo l’invito a non indugiare più e ad iniziare subito. E se avete bisogno di una mano, ho diverse idee pronte per voi.

La seconda scoperta che abbiamo fatto è che andare all’estero è davvero importante. Prima di tutto perché il mondo è un mercato molto grande, ma anche perché preparare un prodotto a questa sfida lo rende ancora più valido anche per gli italiani. Andare all’estero non è affatto uno scherzo e chiede molto di più della sola traduzione in inglese, ma è un percorso che fa crescere sia il prodotto che chi lo produce.

Infine abbiamo visto che per lavorare bene è necessario lavorare insieme. Già al Matching veniva sottolineata l’importanza delle reti per le aziende ICT, ma per noi lavorare insieme è anche trovare strumenti di colloquio quotidiano con chi usa Instant Developer. Mai come quest’anno abbiamo visto l’importanza del Forum, uno strumento semplice ma efficace per raccogliere spunti su come migliorare.

Questi sono i passi che abbiamo fatto nel 2012 e che saranno alla base del nostro lavoro anche nel prossimo anno. Ve li propongo perché credo che possano essere spunti interessanti anche per voi.

Auguri di cuore per uno splendido 2013.

{ 2 comments… read them below or add one }

1 Riccardo Bianco 19 dicembre 2012 alle 16:58

cin cin!

2 Mauro Marini 26 dicembre 2012 alle 11:00

E’ un piano per il 2013 che condivido su tutti i punti. Ora resta solo da tenere il passo veloce.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: