Google punta sul riconoscimento vocale

by Giuseppe Lanzi on 13 dicembre 2013

Con l’aumento dei dispositivi futuristici e l’avvento del wearable computing, la tastiera comincia ad apparire come un oggetto ormai datato. Basta pensare ai Google Glasses, agli smartwatch o ad altri prototipi come lo smartring, che si trovano in giro per la rete.

In questo contesto Google sembra pronta ad un’altra rivoluzione. In una recente intervista al Guardian, Scott Huffman afferma che bigG sta assistendo ad un notevole aumento delle persone che interagiscono tramite riconoscimento vocale. Più del 3% della popolazione americana li usa quotidianamente, afferma Google. In questo contesto l’idea di Google è chiara: il futuro è nel riconoscimento vocale.

Conoscendo la passione di Andrea per NUI e Natural Language Programming, ora chissà cosa ci tirerà fuori dal cilindro? :)

Leave a Comment

Previous post:

Next post: