CSS e Javascript: un aggiornamento interessante

by Diego Pierangeli on 31 marzo 2017

Questa settimana Apple ha aggiornato Safari 10 con il rilascio delle versioni di  iOS 10.3 e  Sierra 10.12.4. La nuova versione porta nel ramo stabile alcune funzionalità che erano state presentate in precedenza tramite Safari Technology Preview, in particolare quelle che secondo me sono più interessanti sono le API javascript Fetch e il CSS Grid Layout.

La prima è un sostituto più moderno dell’XMLHttpRequest, che ne migliora il comportamento asincrono e può fare uso delle promise di ES6, mentre il secondo permette in maniera molto facile di creare layout complessi usando la grigliatura direttamente da css. Il bello è che Fetch è già supportato da tutti i browser moderni ed aggiornati ( !IE :( ) mentre la seconda è stata appena supportata anche da Chrome e Firefox.

Questa notizia è interessante per due motivi: innanzitutto ci permette di vedere dove la tecnologia sta andando (promises, await/async, ..) e inoltre nel momento in cui questa diventa supportata da quasi tutti i browser principali ci permette di usarla senza particolari timori.

Secondo voi è il momento di prendere in considerazione queste nuove funzioni oppure il peso e l’importanza dei vecchi browser è ancora preponderante e bisogna aspettare?

{ 3 comments… read them below or add one }

1 Antonio Catapano 1 aprile 2017 alle 07:51

Credo che sia importante prenderle in considerazione da subito, se sono ritenute di interesse, in modo indipendente dell’aggiornamento dei vecchi browser.
E’ la vecchia questione se innovare o aspettare, io non avrei dubbi.
un saluto

2 Massimo 1 aprile 2017 alle 10:43

Io esplorerei la cosa valutando gli impatti che questo può avere sul pregresso. Mi sono già trovato nella situazione di applicazioni che smettono di funzionare perché il browser (o il linguaggio) non supporta più una determinata funzionalità e vi assicuro che può creare situazioni catastrofiche per un’impresa.
Non è un problema tra essere innovativi o meno ma di garantire che la gente possa continuare a lavorare senza trovarsi in situazioni difficili.

3 Giuseppe Lanzi 3 aprile 2017 alle 17:54

Molto interessante, in pratica è bene innovare ma mantenendo sempre un occhio sulla retrocompatibilità.

Non posso che concordare.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: