Contratti di fuoco

by Giuseppe Lanzi on 30 aprile 2010

satan

Lasciate ogni speranza o voi che accettate, o per lo meno leggete tutte le clausole!

Lo sapevate che il 1° aprile GameStation ha ottenuto il diritto di reclamare 7.500 anime?
Io l’ho scoperto leggendo questo articolo, e mi sono immaginato un dialogo:

Inquisitore: GameStation, neghi tu di aver comprato migliaia di anime dei tuoi utenti online?
GameStation: No.
Inquisitore: Vile essere, la tua arroganza non ha limite! E quale inganno avresti usato per ottenerle?
GameStation: Nessun inganno. Nel contratto d’acquisto era presente una clausola che hanno tutti accettato, ed era pure annullabile semplicemente cliccando su un link presente sul contratto stesso.
Inquisitore: ah…

È una delle cose più originali che abbia mai visto fare su internet il 1° aprile, ed in più non serve solo a far ridere ma anche a far riflettere.

Tutte le applicazioni che usiamo sono soggette ad un contratto. Non solo quelle applicazioni che installiamo sul nostro PC ma anche quelle che usiamo su internet, come i social network o Google Doc.

Forse è il caso di smettere di dare tutto per scontato, almeno per quanto riguarda i contratti EULA.

Picture & Info from: www.giornalaio.wordpress.com.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: