Compiti per le vacanze

by Andrea Maioli on 25 luglio 2017

Siamo ormai entrati nella parte più calda dell’estate e il tempo delle ferie si avvicina a grandi passi. Per molti questo è il tempo del meritato riposo e del divertimento; chi è appassionato di programmazione spesso ne approfitta per guardare cose nuove con un po’ di calma.

Per facilitare questo compito abbiamo preparato una serie di design pattern per Instant Developer Cloud. Oltre a mobile-design-patterns presentato due settimane fa, oggi abbiamo disponibili anche:

  • db-design-patterns: una serie di esempi di uso di un database relazionale nel cloud. Comprende la progettazione dello schema relazionale, i diversi modi di scrivere le query e il recupero dei risultati da javascript. Sono previste anche la gestione delle transazioni e la modifica dei dati nelle tabelle.
  • doc-design-patterns: mostra come gestire i dati dell’applicazione usando un approccio ORM (Object Relational Mapping). Tramite documenti e collection, l’accesso e la modifica dei dati assume una struttura rigorosa ed è molto più semplice gestire operazioni complesse sia lato back end che device. Non abbiamo tralasciato l’interazione fra documenti e Web API che va tanto di moda oggi.
  • datamap-design-patterns: uno degli esempi più interessanti perché tratta della visualizzazione dei dati dell’applicazione. Fra liste infinite, virtuali, innestate e recursive c’è stato anche il tempo di realizzare una ruota della fortuna digitale. È possibile guardare l’applicazione in anteprima cliccando qui.
  • sync-design-patterns: un vero e proprio banco di lavoro per testare il sistema di sincronizzazione fra app locale e il cloud. Potrai scoprire i segreti dello scambio di messaggi, della sincronizzazione dei documenti e delle chiamate remotizzate.

Non so se si nota, ma i cinque design pattern disponibili trattano il ciclo di sviluppo completo di un’applicazione:

  1. Progettazione del database e accesso ai dati.
  2. Sviluppo del backend con approccio ORM.
  3. Sviluppo del frontend tramite librerie di elementi visuali.
  4. Accoppiamento fra front end e back end usando le datamap.
  5. Sincronizzazione fra app locale e il cloud.

Per sfruttare al meglio gli esempi, il consiglio è quello di aprirli nell’IDE, lanciare l’applicazione in anteprima e provare le varie funzionalità. Poi si ritorna nell’IDE e si va nelle varie videate di interesse a vedere il codice che le implementa.

Come sempre aspetto i vostri feedback, e se vi viene in mente qualche esempio interessante mandatemi una mail che lo aggiungiamo volentieri.

Buone vacanze a tutti!

{ 1 comment… read it below or add one }

1 Poidomani 25 luglio 2017 alle 20:23

Beh io le ferie le ho appena fatte quindi ne approfitto per studiare

Leave a Comment

Previous post:

Next post: