Cinque giorni a Bucarest

by Andrea Maioli on 15 maggio 2012

Siamo appena tornati dal nostro viaggio in Romania, organizzato con l’obiettivo di conoscere il più possibile il mercato delle software house locali e per capire come distribuire Instant Developer in quella nazione.

Grazie all’apporto dei professionisti di Co.Export, la nostra agenzia di aiuto all’internazionalizzazione, siamo riusciti ad incontrare e conoscere i titolari di dodici software house e distributori di software, sia a Bucarest che nei dintorni. Con una media di tre demo al giorno, abbiamo scoperto che in Romania la pausa pranzo è opzionale :) .

Essendo stati accompagnati dal personale locale di Co.Export, abbiamo anche avuto modo di conoscere dall’interno la storia e la mentalità di questo popolo, che è diversa dalla nostra e che è molto importante conoscere per capire come meglio muoversi.

È una società in rapida modernizzazione, ma in cui sono ancora evidenti i segni delle crisi avvenute fino all’inizio degli anni 90, poco più di venti anni fa. L’immagine in testa all’articolo è emblematica: un palazzo perfettamente ristrutturato e lussuoso convive a pochi metri con un “block” diroccato, ma abitato. Questo contrasto non è presente solo a livello urbanistico, ma anche in tutti gli aspetti della vita delle persone, compreso il modo di fare business.

Parlando del mercato del software, la maggior parte delle aziende sono giovani, e hanno una forte propensione all’apertura e alla collaborazione con l’estero. Ma mentre qualche anno fa l’outsourcing era preponderante, oggi il mercato interno sta diventando sempre più importante.

La cultura informatica è piuttosto elevata: i regimi appena passati avevano puntato molto sulla cultura ingegneristica  e avevano sviluppato le università in questo senso: 20 anni fa, il 75% dei laureati rumeni erano ingegneri. Ecco perché la cultura informatica è piuttosto alta e il governo è stato in grado di attirare investimenti esteri valorizzandola.

Dal nostro punto di vista è stato un viaggio pieno di spunti interessanti e di contatti da sviluppare. Instant Developer è stato molto apprezzato per le sue caratteristiche innovative, che permettono di sviluppare velocemente tutti i tipi di applicazioni e di superare la frammentazione fra le tecnologie. Per chi fa outsourcing di progetto, non solo body rental, questo è molto importante perché riduce i costi e aumenta le potenzialità.

Credo infine che la Romania sia un buon punto di partenza per chi ha interesse ad andare oltre i confini nazionali e abbia voglia di collaborare con un mercato in espansione e aperto alle novità. Se avete voglia di provarci e vi interessa confrontarvi con noi, sono a vostra disposizione.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: