Ciaociao WebKit, benvenuto Blink

by Giuseppe Lanzi on 5 aprile 2013

Ad oggi WebKit è il web browser framework più popolare, quello utilizzato da Safari e Chrome. Praticamente sta diventando uno standard. O forse dovremmo dire stava.

Google ha infatti annunciato di aver effettuato il fork di WebKit per iniziare la realizzazione di un proprio rendering engine: Blink. Adam Barth ha detto di voler snellire il codice e di ottenere un sensibile incremento di performance, oltre a portare nuove caratteristiche degne di nota:

  • out-of-process iframes: questa funzionalità consentirà a Chromium di separare parti differenti di una pagina in processi separati e isolati in sandbox;
  • cambiamenti per rendere più veloci e performanti le funzionalità di networking;
  • riscrittura del Document Object Model (DOM) di WebKit in JavaScript.

Un nuovo web engine potrebbe portare scompiglio in un mondo che si stava riallineando, ma in passato Chrome ha avuto modo di stupirci più di una volta e potrebbe essere l’inizio di una nuova generazione di browser.

Non siete curiosi di vedere cosa viene fuori?

Le applicazioni fatte con In.de, che usano web worker e gestiscono il DOM via JavaScript, potrebbero trarne un grande vantaggio.

{ 1 comment… read it below or add one }

1 Mauro Marini 5 aprile 2013 alle 22:57

Sì, in effetti è interessante quel che accade nel mondo dei browser engine(“Servo” incluso).
Magari una piccola estensione sul punto espresso nella ultima riga potrebbe essere istruttiva per comprendere meglio In.De e il suo potenziale. Nel forum non mi sembra ci sia una area per trattare temi relativi ai trend tecnologici e alla loro potenziale influenza su InDe o sul modo di usarlo. Magari un thread è più che sufficiente.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: