Buona iSpesa a tutti!

by Andrea Maioli on 12 ottobre 2010

Dopo tanto parlare di dispositivi mobile, di applicazioni native e di quelle web ad alta interattività, è arrivato il momento di vedere, anzi di toccare con mano, quello che ad oggi è possibile ottenere con Instant Developer.

Potevamo scrivere a lungo delle varie problematiche e caratteristiche tecniche delle applicazioni web “touch-enabled” e lo abbiamo fatto nella documentazione della versione 9.5; potevamo creare applicazioni di test per mostrare al meglio cosa di può fare ed ecco il risultato: accedi a www.progamma.com/fpsip con il tuo iPhone.

Tuttavia il metodo migliore per dimostrare le potenzialità di questi nuovi dispositivi è di creare un servizio utile che mostri come l’integrazione fra i vari tipi di dispositivi – iPhone, iPad e PC – sia vincente.  Abbiamo quindi ripreso il risultato della nostra esperienza con gli studenti dell’istituto tecnico e abbiamo realizzato iSpesa, il servizio più semplice e tecnologico per gestire le tue liste della spesa, anche al supermercato.

Creare un’applicazione per la lista della spesa può sembrare semplice, in fondo è un fogliettino di carta, ma noi abbiamo ambizioni elevate:

  • l’inserimento della lista deve essere semplice come scrivere su un fogliettino di carta, non deve essere necessario compilare i vari campi di un form. Per ottenere questo occorre un algoritmo di parsing dell’input dell’utente piuttosto complesso.
  • il sistema deve riordinare automaticamente la lista secondo il miglior percorso all’interno del supermercato, quindi i vari tipi di prodotto devono essere riconosciuti automaticamente. Qui abbiamo usato tecniche di crowdsourcing per riutilizzare al meglio i risultati già presenti nel database.
  • Deve essere possibile aggiornare la lista in tempo reale, anche mentre essa è in esecuzione al supermercato. Quindi se con il PC o iPad vengono aggiunti nuovi prodotti alla lista, l’applicazione su iPhone che sostituisce il fogliettino si aggiorna in automatico, mostrando i nuovi prodotti ordinati nel modo migliore.

Alla fine ci siamo divertiti molto e siamo arrivati al risultato in soli tre giorni di lavoro, per la maggior parte utilizzati per gli algoritmi lato server, non per l’interfaccia su iPhone ed iPad.

Vi invito quindi a provare iSpesa, e ad immaginare i vostri prossimi servizi mobile di successo. Il problema minore sarà la realizzazione…

Guarda gli screenshot di iSpesa

{ 5 comments… read them below or add one }

1 Teo 12 ottobre 2010 alle 12:36

Credo che sia venuto il momento si aggiungere una opzione per togliere il CMD in alto a destra.

2 Andrea Maioli 12 ottobre 2010 alle 13:55

@teo: il CMD c’è, ma solo nella versione per PC; se usi l’iPad o l’iPhone non si vede. L’abbiamo fatto per scoprire chi avrebbe usato iSpesa con i “vecchi” dispositivi invece che con quelli più alla moda :-) .

3 Riccardo P. 13 ottobre 2010 alle 11:38

Con i “vecchi” IE7.0 e FX3.0 l’applicazione non parte perché il LocalStorage non è ovviamente gestito… mancherebbe un controllo sul browser utilizzato…

4 Andrea Maioli 13 ottobre 2010 alle 14:46

@riccardo: non credevo che ancora qualcuno usasse IE7!!!!!!
Scherzavo, è l’effetto beta, nella versione final funzionerà bene ovunque.

5 Stefano 25 ottobre 2010 alle 10:30

Sarebbe interessante capire cosa si puo’ fare in modalita’ disconnessa

Leave a Comment

Previous post:

Next post: