Arrivano gli smartwatch!

by Giuseppe Lanzi on 6 settembre 2013

Sembra proprio che la next big thing sarà lo SmartWatch: un orologio da polso con funzionalità molto più simili a quelle di un cellulare che a quelle del mio ormai obsoleto orologio a lancette (che comunque non porto quasi più).

Sono passati 10 anni dall’uscita di Wirst PDA di Fossil, il palmare da polso con PalmOS 4 a bordo, e 30 dal Seiko Data 2000. Probabilmente nessuno ricordava l’esistenza di questi due oggetti, ma i limiti tecnologici di quei dispositivi sono evidenti tanto quanto lo sono le potenzialità di un device come il Samsung Galaxy Gear. Con il polso collegato al nostro cellulare via bluetooth, in qualunque momento ci basterà un gesto per rispondere alle telefonate, gestire le notifiche, scattare foto o girare un video, oppure usare una delle tante applicazioni che Samsung ha già promesso di sviluppare.

L’era del wearable computer è alle porte, ma mentre gli analisti cercano i motivi strategici che hanno spinto i grandi produttori a lanciarsi in questa nuova avventura, a me interessa di più la vostra opinione: cosa ne pensate, voi, dello SmartWatch?

Vi viene in mente qualche applicazione da sviluppare?

{ 2 comments… read them below or add one }

1 Antonio Basile 7 settembre 2013 alle 07:48

Io sono un utilizzatore quasi compulsivo dello smartphone perché ne ho intuito i potenziali già parecchi anni fa nell’aiutarmi a conciliare vita privata e vita professionale. Ed era già da tempo che cercavo qualcosa che rendesse lo strumento meglio sfruttabile in situazioni critiche (con le mani occupate o in ambienti poco favorevoli) e lo smartwatch può essere una risposta valida. Però deve trattarsi di una integrazione dello smartphone non di una sostituzione, per questo ho preferito l’apparecchio della Sony a quello più attraente, ma troppo costoso della Samsung. (80 euri contro 300).

2 Samuele 10 settembre 2013 alle 08:31

Sarà anche obsoleto, o forse sarò io che non riesco a vedere le potenzialità di questo oggetto, ma dato che lo scopo primario di un orologio è quello di controllare l’ora mi tengo il mio caro vecchio orologio analogico a lancette.
Nell’eventualità di dover consultare qualche contenuto “online” preferisco di gran lunga utilizzare il mio smartphone che dista pochi centimetri dall’orologio (tasca o scrivania) ma almeno mi consente di leggere e vedere chiaramente quello che sto cercando su un display dai 4 pollici in su.

Lo smartphone si, quello ha cambiato veramente il mio modo di fare le cose.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: