Arriva anche l’integrazione con SAP

by Matteo Sirri on 7 ottobre 2014

Con il post di oggi posso finalmente svelare la feature misteriosa di cui vi parlava Andrea qualche tempo fa. Anche se in effetti la frase “Vogliamo connettere anche un altro popolare ERP. Volete sapere quale? Il nome ha tre lettere e comincia per S.” non lasciava troppa libertà all’immaginazione. È con grande piacere che quest’oggi vi annuncio l’integrazione con SAP, resa possibile grazie alla tecnologia SAP NetWeaver Gateway che permette di esporre API basate su architettura OData.

OData è un protocollo di comunicazione introdotto da Microsoft all’interno di Microsoft Open Specification Promise e poi standardizzato da OASIS nel marzo di quest’anno. Oltre a Microsoft Dynamics CRM sono molti i servizi web ad averlo adottato e uno di questi è proprio SAP. È anche per questo motivo che nella versione 13.5 di Instant Developer abbiamo esteso il supporto WebAPI anche ai servizi OData.

Per integrare SAP, o un qualsiasi servizio OData, nelle propria applicazione In.de 13.5 baste seguire questi passi:

  • aprire il progetto in cui si vuole interagire il servizio;
  • aprire il wizard di importazione dalla voce di menù Strumenti -> Importatore WebAPI;
  • indicare l’url del servizio (tipo http://services.odata.org/V4/OData/OData.svc);
  • cliccare sul bottone Importa per ottenere l’elenco delle entità esposte dal servizio;
  • selezionare le entità di interesse e cliccare sul bottone Crea.

Dopodiché non resta che creare i pannelli, gli alberi e i book sulle classi importante, per implementare nelle proprie applicazioni operazioni CRUD direttamente su SAP.

Se siete interessati all’integrazione di SAP e di servizi OData, avete già provato Instant Developer 13.5 beta?

Avete servizi OData che aspettano di essere integrati nel vostro progetto?

  •    Certo! Non vedo l'ora di provare la 13.5 per integrare un servizio OData come SAP.
  •    La maggior parte dei servizi che devo integrare non usano lo standard OData.
  •    Non credo che l'integrazione dei servizi web sia davvero il futuro.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: