Alle volte, mini è meglio

by Giuseppe Lanzi on 21 gennaio 2014

Come vi dicevo un paio di settimane fa, i corsi online stanno dando feedback molto positivi in termini di facilità di partecipazione, costo e possibilità di rivedere le lezioni. Non ha caso ho iniziato l’anno nuovo presentando il corso sui report. Ma vi ricordate che avevo promesso altre novità in ambito formativo durante i primi mesi dell’anno? Ecco, sono qui per presentarvi qualcosa. E anche per chiedere la vostra collaborazione.

L’attuale offerta formativa è composta dai corsi Web, Mobile e Report, tutti organizzati in 6 lezioni da 90 minuti. Ma come fare per trattare gli argomenti che, per forza di cose, non possono essere visti nelle prime lezioni? Come poter offrire un affondo puntuale su tematiche specifiche?

L’idea su cui sto lavorando si basa sull’introduzione di due/tre mini corsi di approfondimento, organizzati in cicli di 3 lezioni da 90 minuti. Tra tutti gli argomenti possibili ne ho identificati due che mi sembrano molto interessanti:

  • Servizi DO avanzati
  • Tecniche di sincronizzazione

Come sapete, la vostra opinione è sempre molto importante per noi, infatti è a questo punto che chiedo la vostra collaborazione facendovi due domande:

  1. Sareste interessati alla partecipazione agli approfondimenti proposti?
  2. Ci sono altri argomenti che vorreste trattare?
Non siate timidi, attendo fiducioso il vostro feedback.

{ 2 comments… read them below or add one }

1 Giuseppe Cassanelli 21 gennaio 2014 alle 23:28

La scelta mirata degli argomenti più ostici mi sembra ottima.
Il problema dei corsi a calendario e con orari prestabiliti è che bisogna frequentarli. Non è un paradosso: si finisce sempre per saltare qualche lezione o avere una parziale concentrazione.
Personalmente l’ideale sarebbe accedere on-demand, quando ne ho bisogno perché devo lavorare sull’argomento o quando ho tempo e voglia, cose che raramente accadono in concomitanza di un corso.
Se poi c’è qualche dubbio si può sempre chiarire, ma sarebbero briciole.
Oggi non è impossibile.
Accedere a lezioni registrate non consente di interloquire, ovvio, però consentirebbe illimitata libertà di accesso e ripetizione, una riduzione dei costi e, conseguentemente, la possibilità di accesso ad una platea molto più ampia.
Alla fine si potrebbe formare molta più gente con entrate, per Progamma, simili.
Ma con il risultato complessivo di una maggiore diffusione e padronanza.

2 Giuseppe 22 gennaio 2014 alle 17:10

Entrambi i mini corsi proposti sono di grande interesse.

A mio parere potrebbe essere interessante anche un mini corso su “Interfacce utente evolute” che mette a tema la customizzazione spinta di interfacce utente di tipo standard e la realizzazione di soluzioni di interfaccia utente particolari realizzate con i Book.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: