Visual Query Builder: un passo in più

by Matteo Sirri on 1 marzo 2011

Tutte le volte che vedo la scena di un film di fantascienza, in cui il computer è in grado di rispondere ad ogni domanda dell’utente, penso “magari, purtroppo è solo fantascienza; a noi tocca lavorare sodo per modificare il programma, e ogni volta che l’utente vuole vedere i dati in una forma diversa dobbiamo rimettere mano al codice”.

La realizzazione di un computer dalle capacità simili a quelli dei film purtroppo è ancora lontana, ma ora c’è qualcosa di nuovo: il Visual Query Builder.

Realizzato con Instant Developer 10, VQB è un componente che dà la possibilità ai vostri utenti di aggiungere nuove videate all’applicazione, per fare quelle ricerche ed esportazioni che altrimenti dovreste implementare voi.

E’ semplice: basta scegliere i campi desiderati e tirarli con il drag & drop.
E’ veloce: le nuove videate sono subito disponibili a tutti gli utenti.
E’ sicuro: l’utente può decidere chi ha il permesso di vedere le videate e  filtrare i dati.

Per provarlo on-line apri NWind e clicca sul bottone  che trovi nella toolbar di ogni pannello per iniziare a creare nuove videate.

Scarica la demo dalla Component Gallery, leggi il capitolo 10.3 del manuale e in pochi minuti crea la tua applicazione fantascientifica.

{ 5 comments… read them below or add one }

1 Riccardo Bianco 1 marzo 2011 alle 11:53

Molto interessante, bravi!

2 roberto viaggi 2 marzo 2011 alle 11:20

perchè pensi che sia rivolto solo agli end user? Potrei utilizzarlo anche io che non sviluppo con IN.DE ma che faccio progetti da realizzarere con IN.DE.

3 roberto viaggi 2 marzo 2011 alle 11:57

Ho scelto IN.DE come strumento di sviluppo per i mie progetti. Tutti i progetti!. Credo che durante la fase di avviamento o quando sei ‘sul campo’ uno strumento come VQB possa essere sfruttato molto bene da un analista o progettista. Specialmente quando, finito il primo avviamento, iniziano a chiedere .. ma si potrebbe avere anche la visualizzazione di …
Non credo che utilizzatori ‘quotidiani (leggi utenti finali) ‘ abbiano capacità di decidere come fare le query. Di solito ho a che fare con clienti che sanno usare excell molto bene e basta!. Ma non capiscono nulla di relazioni tra tabelle. Penso che il VQB sia uno strumento molto potente ma usabile solo da ‘clienti’ skillati. Che sono pochi!. Invece penso che in mano all’ analista del progetto (o programmatore che lo ha realizzato) , che ha contatti diretti col cliente e respira la sua ‘aria’ possa essere un formidabile strumento per realizzare soluzioni ad hoc ed offrire consulenza nella soluzione dei problemi o necessità. E’ un modo per esprimere la professionalità e farsela pagare!!.

4 roberto viaggi 2 marzo 2011 alle 12:43

Continuio con i commenti, Scusate ma nevica di brutto e sono a casa. Domanda. Il mo obiettivo è fare il consulente del cliente. Ho pensato un progetto ed una mia collaboratirce lo ha realizato. Io vado da cliente ed in quel caso svuolgo il ruolo di consulente informatico/organizzativo. Realizzo delle VBQ personalizzate. Come riesco a farne diventare patrimonio di altre soluzioni?. Ovvero non ho intenzioni di fare una personalizzazione per ogni cliente, ma ogni soluzione deve essere messa a disposizione di altri. Solo così ottengo efficacia e risparmio ovvero ‘vendo le stesse cose ed aumento l’ efficacia della soluzione.

5 Andrea Maioli 3 marzo 2011 alle 10:09

@roberto: sicuramente puoi usare VQB anche solo come consulente, senza darlo agli utenti finali, che comunque un po’ smart dovrebbero essere.
Inoltre puoi riutilizzare ogni videata che hai creato per altri clienti, infatti la configurazione di una videata è memorizzata in un file XML che puoi copiare in altre installazioni.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: