Il periodo delle grandi conferenze (BUILD, Google I/O, WWDC) è finito e come tutti gli anni le novità sono state molte. Quasi tutte le analisi si sono focalizzate sull’IA, il machine learning e l’AR/VR, ma tra gli annunci fatti e passati un po’ in sordina ci sono molte cose interessanti. Ad esempio mi ha colpito molto questo articolo del blog di Webkit riguardante Safari 11.

In particolare vengono sottolineate non solo le prestazioni migliorate ma soprattutto il fatto che queste siano in relazione con ES6 (lo standard javascript 2015 supportato ad oggi da tutti i maggiori browser), raggiungendo un miglioramento di 5 volte rispetto a Firefox e circa 2 volte rispetto a Chrome.

Questo mi sembra interessante perché non solo si tratta di un aumento di performance (forza bruta…) ma soprattutto un miglioramento rispetto a quello che gli sviluppatori possono creare usando le nuove API. Entrambi i fattori delle applicazioni web (browser e javascript) stanno maturando fornendoci strumenti sempre più potenti con cui realizzare le nostre applicazioni.

Direi che il mondo web è tutt’altro che fermo 🙂 .

NB: se avete tempo vi propongo alcune cose da guardare, fatemi sapere cosa ne pensate.

Google I/O 2017
The Mobile Web: state of the union
Progressive Web Apps: Great Experiences Everywhere

BUILD 2017
Progressive web apps and the Windows ecosystem
Microsoft Edge: What’s new and what’s next for the web and web apps

 

{ 0 comments }

In uno dei miei ultimi articoli ho condiviso con voi l’esperienza che ho fatto per quanto riguarda la pubblicazione e il test dell’app mobile Who’s Next?. Dato che i risultati dell’esperimento sono stati molto interessanti ho deciso di farne un altro, che oggi vi propongo come base di una nuova discussione.

Il contesto è la realizzazione di un’altra app per gli appassionati di Giochi di Ruolo, ma questa volta ho voluto applicare una differenza sostanziale nella fase di lavoro da condividere. Infatti il primo esperimento ha dato risultati molto interessanti ma alcune delle nuove funzionalità da introdurre hanno richiesto un lavoro di miglioramento relativamente grande, perché influenzavano molte entità applicative, e questo mi ha fatto pensare “e se riuscissi ad avere il feedback prima di cominciare l’implementazione?”. È per questo motivo che questa volta ho avviato la mia condivisione da una fase di lavoro molto precedente: l’analisi.

Ricordate i documenti di User Profile, User Stories e Business Model di cui ci parlava Andrea qualche tempo fa? Ne ho fatto una versione riassuntiva in un unico documento e ho usato lo stesso gruppo di Facebook su cui ho condiviso Who’s Next? per avviare una discussione sull’analisi dell’applicazione anziché su sull’app già pronta. Il risultato è stato davvero molto interessante.

Ho avuto conferma del fatto che l’app è percepita come utile e interessante dalla maggior parte degli utenti in target. Prima di cominciare qualsiasi attività di sviluppo.

La discussione ha portato dei suggerimenti che hanno completato l’analisi. Ecco questo è davvero interessante, perché in questa fase è molto più semplice recepire i commenti, integrare nuove funzionalità o anche scartare quelle che in fin dei conti non sono poi così importanti. Sono stato come potenziato da chi ha partecipato alla discussione e ho raggiunto un risultato che io e gli amici che mi aiutano non avremmo neanche immaginato.

Il completamento dell’analisi ha portato anche ad una visione più chiara dello sforzo necessario per realizzare l’app e ha permesso di tenere conto fin da subito di tutte le funzionalità da implementare. In queste settimane ho avviato lo sviluppo vero e proprio e man mano che procedo sto modificando pochissimo la struttura iniziale del progetto, avanzando a grandi passi verso la prima versione.

Ho avuto la disponibilità di più persone a partecipare al test alfa, tutti utenti in target che hanno come obiettivo quello di avere uno strumento che li aiuti davvero quando giocano. Una motivazione fortissima, la migliore in assoluto.

Infine anche la forma riassuntiva dei documenti di analisi si è rivelata importante. Infatti in passato mi era già capitato di condividere i documenti estesi con degli amici, ma non c’è niente da fare: una forma concisa e una comunicazione efficace sono necessarie per avere un feedback davvero utile.

Per quanto mi riguarda l’approccio social si conferma come uno strumento utile da tentare. L’importante è identificare il gruppo giusto per la condivisione. È forse la cosa più difficile da fare, ma partendo dall’individuazione del target di utenti e dai loro interessi comuni la natura stessa dei social network dovrebbe venire in nostro aiuto.

Se volete approfondire insieme questo argomento contattatemi, condivido volentieri con voi il documento di analisi e le riflessioni sul come è stato realizzato.

{ 1 comment }

Il prossimo 23 giugno alle 12 il server di licenza di Instant Developer Foundation sarà spostato su un’altra piattaforma.

Tutti i servizi verranno temporaneamente sospesi il 23 giugno alle 12 per circa 1 ora. Useremo i nostri social network per tenervi aggiornati in tempo reale sullo stato delle operazioni e per ogni comunicazione.

Contestualmente a questa operazione cambierà l’ip del server. Il nuovo ip è 35.187.185.149, informate i vostri sistemisti qualora aveste bisogno di una regola per l’accesso alla vostra licenza Instant Developer Foundation.

Buon fine settimana

{ 0 comments }

Quest’oggi scrivo per condividere con voi l’interessante esperienza che ho fatto per quanto riguarda la pubblicazione e il test di un’app mobile. Si tratta di una utility per chi, come me, è appassionato ai Giochi di Ruolo.

Tutto è cominciato quando un amico mi ha chiesto di creare per lui un foglio Excel per semplificare la gestione di una regola, un’attività che solitamente costringe il coordinatore del gioco a scrivere e riscrivere su un foglietto di carta che diventa rapidamente illeggibile e scomodo. Come succede spesso a noi informatici mi sono fatto prendere la mano e con Instant Developer Cloud ho fatto un’app chiamata Who’s Next?.

Per l’analisi ho seguito i suggerimenti di Andrea scrivendo i tre documenti di User Profile, User Stories e Business Model. Per la UI ho usato il componente Ionic2 per avere un’interfaccia gradevole in tempi rapidi e devo dire di essere soddisfatto del risultato.

A quel punto avevo un’app pronta, sapevo bene a quale target era rivolta e mi sembrava un po’ uno spreco non fare altro. Ho pensato di avviare un esperimento e di renderla pubblica per vedere cosa sarebbe successo.

Ho deciso un approccio social e ho pubblicato un paio di messaggi su gruppi di Facebook di utenti in target. Su tutti i social gli utenti con interessi comuni si radunano in gruppi – è nella natura dei social stessi – e non è stato difficile trovarne uno interessante. Ho presentato la cosa come un’idea, chiedendo se potevano darmi un feedback, suggerimenti o anche dirmi che secondo loro l’app non serviva a niente.

Il risultato è stato davvero molto interessante.

Questo tipo di presentazione non è stato visto come una pubblicità e sono stati in diversi a effettuare il download: circa 120 nei primi due giorni. Le persone coinvolte si sono dimostrate molto più interessate a dar credito ad un post sul gruppo piuttosto che ad una pubblicità.

Le segnalazioni di malfunzionamento sono state fatte in un’ottica di collaborazione, infatti non hanno causato la disinstallazione ma hanno suscitato interesse nell’applicazione e una buona predisposizione ad aspettare una nuova versione corretta.

Ho avuto conferma dell’utilità dell’app per gli utenti in target, cosa non affatto scontata.

I tanti commenti contenevano anche suggerimenti per nuove funzionalità a cui io e gli amici che mi hanno aiutato a fare i primi test non avevamo affatto pensato e che invece sono risultate molto importanti per i giocatori – “se facesse anche questo la userei di sicuro”.

Ora l’ho tradotta in inglese producendo una versione multi lingua con la quale intendo procedere allo stesso modo, raggiungendo potenzialmente 20.000 utenti nel mondo. Sempre gratuitamente.

Cosa ne dite? È un approccio che si potrebbe tentare sempre? Che pro e contro vedete in questa dinamica?

Ah, se volete dare un’occhiata all’app, la trovate qui.

{ 5 comments }

Tips&Tricks: integrare un font in base64

05.05.2017

La personalizzazione grafica delle applicazioni è sempre un argomento interessante e parlando di app mobile ibride una delle prime cose che si può aver bisogno di cambiare è il font. Ci sono diversi metodi per integrare un font custom nel proprio CSS, aggiungendo un nuovo font-face e potendo usare un carattere che non è installato […]

Read the full article →

Supporto e assistenza? Da oggi si cambia.

26.04.2017

Oggi vi scrivo per condividere i risultati di questo inizio 2017 ma soprattutto per presentare una serie di modifiche molto importanti ai servizi di supporto di Instant Developer. Parliamo di feedback: il 71% degli interventi del primo trimestre 2017 ha ricevuto un feedback, con un voto medio complessivo di 4.54 su 5. La percentuale dei […]

Read the full article →

Javascript, C# e Java crescono su StackOverflow

21.04.2017

Come sempre ad aprile sono disponibili i risultati del survey che StackOverflow, il noto forum orientato agli sviluppatori  professionisti e non, rivolto all’analisi delle attività dei developers. Oltre a fornirci spesso soluzioni interessanti ai nostri problemi  – chi di noi non ci dà un’occhiata almeno una votla ogni tanto? – il popolarissimo sito ci fornisce questo […]

Read the full article →

Auguri di Buona Pasqua

14.04.2017
Read the full article →

Basta con gli spinner: c’è di meglio

07.04.2017

Quanti di noi sono abituati a vedere uno spinner di caricamento nelle app che usiamo tutti i giorni? Tutti. Quanti di noi hanno cercato di realizzare un bello spinner, che potesse piacere agli utenti e che fosse accattivante? Molti. Quanto è davvero utile uno spinner di caricamento? Poco. Almeno questo è il parere di un […]

Read the full article →

Vi presento Instant Developer Foundation 16.0

04.04.2017

Si avvicina la Pasqua e, come di consueto e come Andrea ha anticipato qualche settimana fa, è pronta per voi la nuova versione di Instant Developer Foundation 16.0. Abbiamo introdotto molte novità e miglioramenti interessanti e devo dire che sono molto soddisfatto del lavoro fatto in questa versione,. Per quanto riguarda la User Interface delle […]

Read the full article →