Conosciamo tutti i ciclo di sviluppo del software che trasforma l’analisi dei requisiti in codice, poi in test e successivamente in una nuova installazione. Qualche tempo fa vi ho parlato della soluzione che Instant Developer Cloud mette a disposizione per effettuare test automatici approfonditi su un ambiente il più possibile simile a quello di produzione.

Fintanto che l’errore emerge nella fase di test sappiamo sempre cosa fare, ma cosa occorre per poter reagire rapidamente quando i problemi di manifestano in produzione?

È necessario un sistema di controllo dell’applicazione che possa essere acceso e spento in un qualunque momento, che non necessiti di essere previsto a design time e che sia facilmente fruibile senza dover accedere al server per scartabellare tra decine di file di log.

Lo strumento di log in produzione di Instant Developer Cloud vuole rispondere a queste esigenze.

Usarlo è semplicissimo: è sufficiente andare nella pagina delle installazioni del progetto, aprire il dettaglio dell’installazione da investigare ed accedere alla pagina di debug.

Dalla videata che si apre è possibile abilitare sia il log applicativo sia il log del database, le stesse informazioni che vedete nello strumento di debug integrato dell’IDE quando avviate la vostra app in sviluppo.

Dalla pagina di debug è disponibile l’elenco delle sessioni applicative degli ultimi mesi, ognuno dei quali indica sia la presenza di log, warning o errori sia il fatto che la sessione sia ancora in corso o meno. Se la sessione applicativa ha generato un log allora è possibile vederlo in due modi:

  • direttamente dalla console, come vedete nella prima immagine di questo articolo;
  • dall’ide, aprendo la versione del progetto che era stata usata per compilare la build che ha generato il log.

Quest’ultima funzionalità è particolarmente interessante, perché anche leggendo il log dell’applicazione potrebbe essere difficile comprenderlo a causa delle modifiche fatte al progetto nei salvataggi successivi all’installazione. Invece con questo sistema potete aprire dall’ide proprio il progetto che è stato usato per l’installazione, allo stato in cui si trovava al momento della compilazione e anche se si tratta del progetto di un vostro collega.

E non è tutto, perché al momento della compilazione è possibile attivare il debug dell’applicazione. Attivando questo flag sarà possibile eseguire il debug step by step delle sessioni online della vostra applicazione, proprio mentre sono utilizzate!

Allora, che ne dite? Vi piace?

{ 0 comments }

Utilità: EnjoyCSS

by Giuseppe Lanzi on 27 aprile 2018

HTML 5 e CSS3 hanno enormi potenzialità, ma bisogna conoscerli e sapere come usarli. È capitato diverse volte che il mio interlocutore mi dicesse “ma ancora non conosco bene CSS3, dovrei trovare il modo di ottenere quello che mi serve in tempi rapidi“.

Per fortuna oggi la rete è la grande risorsa a cui tutti possiamo attingere per avere manuali, guide, istruzioni. E se trovassimo degli esempi interessanti?

Oggi vi propongo un sito interessante: EnjoyCSS.

L’idea è semplice: invece che partire dalla ricerca del manuale per questa o quella regola CSS per ottenere il risultato desiderato, si parte dal risultato e il sito ci propone la classe CSS da utilizzare.

So che a molti di voi piacerà.
Buon divertimento 🙂

{ 2 comments }

Come annunciato qualche settimana fa, questo lunedì abbiamo rilasciato Instant Developer Foundation 18.0. Una versione interessante per la quale dobbiamo ringraziare soprattutto i suggerimenti arrivati dalla community e dal rapporto diretto con voi.

Infatti in questa versione abbiamo voluto privilegiare soprattutto le vostre richieste di miglioramento, per darvi uno strumento sempre al pari delle vostre esigenze e delle richieste dei vostri clienti.

Oltre ad aver rilasciato più di 130 miglioramenti e correzioni derivanti dalle segnalazioni inviate all’assistenza tecnica, i ragazzi del reparto tecnico sono stati decisamente produttivi ed hanno realizzato per noi molte novità interessanti.

In particolare ci tengo a segnalarvi:

Se volete vedere subito in azione il nuovo tema potete andare nell’applicazione di esempio. Come potete vedere la nuova grafica basata su Bootstrap riprende il tema predecessore staccandosi ancora di più dagli elementi visuali simili al tema Seattle, per fornire un’interfaccia ancora più pulita e moderna.

Grazie all’esempio potete provare da subito l’effetto dei filtri in lista avanzati, vi basta muovere il mouse sull’intestazione di una colonna e vedrete comparire il bottone che apre il popup per filtrare i dati senza dover andare modalità ricerca. Cliccatelo per provare subito questa nuova funzionalità, l’effetto è davvero molto interessante.

Con la nuova modalità di ricerca potrete rendere ancora più intuitive le vostre applicazioni, specialmente nei riguardi degli utenti che sono abituati a strumenti come Excel o Google Sheets nei quali non è presente un equivalente della modalità di ricerca QBE.

Gli stili visuali per i campi obbligatori vi permetteranno di dare subito un indizio grafico agli utenti su quali sono i campi da popolare, senza dover passare per gli eventi di validazione, e infine le dimensioni dei campi in percentuale vi permetteranno di progettare interfacce ancora più flessibili.

Vi invito a leggere le note di rilascio della versione e a provarla subito.

Certo abbiamo testato con cura le nuove funzionalità, ma i casi di test alle volte possono essere molto lontani dai casi reali. Qualora trovaste qualcosa che non vi quadra il reparto di assistenza è sempre a disposizione.

Buon divertimento e migliori implementazioni con Instant Developer Foundation 18.0.

{ 1 comment }

{ 0 comments }

Utilità: Let’s Encrypt!

16.03.2018

Negli ultimi anni il problema sicurezza è diventato sempre più importante per quanto riguarda le infrastrutture web. C’è chi dice anche che tutte le comunicazioni dovrebbero essere criptate: basta HTTP e W HTTPS! Beh, la sicurezza fa sempre piacere, ma se da un lato siamo contenti di veder adeguare i nostri fornitori c’è chi storce […]

Read the full article →

Cloud e Foundation insieme con le WebAPI

07.03.2018

Durante i due anni passati abbiamo avuto modo di soffermarci qualche volta sulla differenza tra le edizioni Foundation e Cloud di Instant Developer. Il primo è perfetto per applicazioni aziendali in cui la velocità di sviluppo è in primo piano mentre il secondo è più orientato alla realizzazione di app customer facing dove l’immediatezza e […]

Read the full article →

Iscriviti al corso gratuito di Instant Developer Cloud

20.02.2018

La Digital Transformation è oggi sempre di più il tema delle mie conversazioni con chi sviluppa software, ed è per questa ragione che sono contento di avere affiancato a Instant Developer Foundation, un prodotto già affermato e sempre più diffuso, la sua controparte Cloud. Infatti la mission di Pro Gamma è quella di rendere disponibile […]

Read the full article →

Ad aprile Foundation arriva a 18

07.02.2018

Dopo aver annunciato le novità di Instant Developer Cloud è arrivato il momento di svelare i contenuti della prossima versione di Instant Developer Foundation, prevista per il 9 aprile 2018. Tengo innanzitutto a segnalare che lo sviluppo su Instant Developer Foundation è continuo lungo tutti i 12 mesi dell’anno, così come avviene anche per Instant […]

Read the full article →

Le dieci novità di gennaio

31.01.2018

Da oggi è disponibile la versione 18-001 di Instant Developer Cloud, ed è una versione ricca di importanti novità. Come sempre, sono i vostri input che ci fanno venire in mente soluzioni a volte anche ardite. Quindi voglio ringraziare tutti voi che continuate a supportarci e stimolarci. Questa volta ci siamo concentrati sul debug dell’applicazione, […]

Read the full article →

Le diapositive delle vacanze

24.01.2018

Nel nostro mondo sempre più digitalizzato, le immagini e i video rubano sempre più il posto alle parole: dalle applicazioni più gestionali, in cui un catalogo fotografico non può mancare, ai siti social in cui la condivisione di contenuti visuali da parte degli utenti è la funzione più utilizzata. Per questa ragione abbiamo pensato di […]

Read the full article →